Kick vincente: caratteristiche ed elaborazione

Come si costruisce un KICK vincente a partire da zero?

In questo articolo – estratto dalla LEZIONE 2 del CAPITOLO 2 del corso FULL di MAT ACADEMY si esaminano gli aspetti fondamentali per costruire un KICK e per elaborarlo. Questo articolo è solo un’estratto dell’argomento completo che potrete approfondire nella nostra accademia –> per info www.mat-academy.com/online

 

Per elaborare un Kick bisogna tenere conto della sua intonazione e del suo inviluppo.

Quindi possiamo analizzarlo nel dominio del tempo e della frequenza:

  1. Dominio del tempo à ADSR
  2. Dominio della frequenza à PITCH

 

a)

Cos’è l’ADSR? è la sigla che indica i parametri di controllo dell’inviluppo, cioè la variazione del volume e dei transienti nel tempo:

 

  • Attack: tempo che impiega lo strumento per arrivare al valore massimo di volume
  • Decay: tempo che impiega lo strumento per andare dal picco massimo al punto di sustain.
  • Sustain: tempo in cui il volume si mantiene finché la nota viene premuta.
  • Release: tempo che impiega il volume a tornare a 0 dopo il rilascio della nota.

 

L’inviluppo del kick è anche il cuore del Kick e questo deve essere adattato in base alla tipologia di brano che si sta producendo.

Non esiste una legge universale che definisca come scrivere il KICK perfetto che possa valere anche per qualsiasi cosa si scrive, d’altronde ogni elemento di un brano va contestualizzato, il kick non fa eccezione.

 

b)

Per l’analisi del dominio della frequenza ci riferiamo quindi al Pitch.

Il kick ha bisogno di essere intonato rispetto alla scala utilizzata nel nostro brano per far si che questo si sposi perfettamente con tutti gli elementi della traccia e perché si sieda perfettamente nel mix.

 

Il kick inoltre può essere definito come la somma di tre aree spettrali che sono anche le stesse in cui si può scindere la cassa per lavorare su 3 layer frequenziali diversi (cosa che vale anche per il basso):

 

  • SUB: il sub kick
  • CORPO: è l’area centrale, quello che da la pancia e l’intensità.
  • TOP: il top kick è la punta, definita anche come “click”.
    Vogliamo una cassa che suoni con più attacco e più incisività?
    Questo è uno dei valori più decisivi: se esageriamo, perderà la sua natura, se non c’è il kick suonerà morbido.

Per elaborare tutti i parametri nominati quindi, nel corso utilizziamo un  plugin che permette di costruire da 0 un kick ed elaborarne ogni singolo parametro; il plugin in questione è  il“Kick” di Nicky Romero- Sonic Academy che è uno degli strumenti che abbiamo scelto per spiegare la sintesi del kick nei corsi MAT ACADEMY;

questo plug-in permette di gestire e modellare ADSR, PITCH, SUB, BODY e TOP KICK e molto altro ancora, in modo intuitivo, integrando altre funzionalità che saranno approfondite durante il corso.

 

Questa lezione è stata offerta dalla MAT-ACADEMY ed è solo un piccolo estratto del CAPITOLO 3 sul basso.

Il programma completo della nostra accademia comprende:

 

  1. INTRO&MINDSET
  2. LE DRUMS
  3. IL BASSO
  4. SINTESI SONORA DALLE ORGINI AD OGGI
  5. GLI ARMONICI
  6. IL CORRETTO FLUSSO DI REGISTRAZIONE
  7. LA STRUTTURA PERFETTA DI UNA TRACCIA
  8. IL MIX & IL MASTERING
  9. Industria Musicale, Marketing e le Leggi

 

VUOI PROVARLO GRATIS? Prova subito 5 VIDEO LEZIONI free registrandoti (10 secondi) al link sotto

https://www.mat-academy.com/online/registrationfreemat/

7 Febbraio 2019

0 responses on "Kick vincente: caratteristiche ed elaborazione"

Leave a Message

MAT MUSIC GROUP © Since 2015. All rights reserved | CREATIVA LTD P.IVA CY10393712G