Come far suonare bene KICK e BASSO: qualche tips

Uno dei problemi frequenti in fase di produzione ma soprattutto di mix è il rapporto che si crea tra il Kick e il basso:
vi suggeriamo qui qualche tips su una modalità di approccio molto efficace.

 

In questo articolo – estratto dalla LEZIONE 15 del CAPITOLO 8 del corso FULL di MAT ACADEMY approfondiremo quindi come far suonare bene kick e basso e come farli groovare bene nel mix!

Questo articolo è solo un’estratto dell’argomento completo che potrete approfondire nella nostra accademia –> per info www.mat-academy.com/online

Dividiamo i due strumenti singolarmente e analizziamoli dal punto di vista spettrale per capire come agire sul singolo strumento e come agire su entrambi simultaneamente.

Partiamo

IL KICK

Il kick ha delle aree spettrali che corrispondono a degli elementi specifici:

  • Rumble –> fino a 30 Hz area di sub frequenze.
  • Pancia: 30-100 Hz à se manca “corpo” al kick, aggiungere frequenze con un color eq come un Waves SSL EQ.
  • Muddy: 200-350 Hz à se il kick suona troppo impastato, questa potrebbe essere l’area responsabile.
  • Attacco del kick: 500-1500 KHz à rimuovere frequenze se c’è troppo attacco.
  • High Frequency à tagliare più che si può per guadagnare headroom, senza rovinare la natura del kick.

 

 

•1: pulire con un equalizzatore chirurgico come il FAB FILTER PRO Q-2 le aree problematiche del kick, andando a tagliare le frequenze in eccesso.

•2: compressore per far “muovere” il Kick all’interno del mix in maniera dinamica.

 

•3: il Kick ha troppo attacco o gli manca un po’ di pancia? Prova un Transient Designer per aggiustarlo.

 

 

IL BASSO

Ora passiamo al Basso per cui vale lo stesso ragionamento del KICK:

Queste sono le aree spettrali che definiscono le caratteristiche del suono di basso:

  • Rumble –> fino a 30 Hz area di sub frequenze.
  • Pancia: 30-100 Hz à se manca “corpo” al kick, aggiungere frequenze con un color eq come un Waves SSL EQ.
  • Muddy: 200-350 Hz à se il kick suona troppo impastato, questa potrebbe essere l’area responsabile.
  • Attacco del kick: 500-1500 KHz à rimuovere frequenze se c’è troppo attacco.
  • High Frequency à tagliare più che si può per guadagnare headroom, senza rovinare la natura del basso.

 

 

•1: pulire con un equalizzatore chirurgico come il FAB FILTER PRO Q-2 le aree problematiche del basso, andando a tagliare le frequenze in eccesso.

•2: compressore per far “muovere” il basso all’interno del mix in maniera dinamica.

 

 

 

•3: saturatori/distorsori per arricchire il basso

 

 

 

 

Allo stesso modo, il basso ha delle aree spettrali che corrispondono a delle caratteristiche specifiche di emissione sonora; e perché queste aree non entrino in conflitto con il Kick i due spettri devono “incastrarsi” senza mai sovrapporsi o sommarsi.

 

KICK+BASSO!

1: DARE 3 db alle frequenze fondamentali portanti di ogni rispettivo strumento.

 

 

2: tagliare 3 db alle frequenze fondamentali/portanti dell’altro elemento (es: se abbiamo dato 3 db a 70 hz sul basso, toglieremo 3db a 70 hz sul kick).

 

3: Lavorare sulla release dei due elementi per farli groovare bene insieme.

 

 

Provare per credere!

Questa lezione è stata offerta dalla MAT-ACADEMY ed è solo un piccolo estratto del CAPITOLO 8 su come far suonare bene Kick e basso insieme.

Il programma completo della nostra accademia comprende:

 

  • INTRO&MINDSET
  • LE DRUMS
  • IL BASSO
  • SINTESI SONORA DALLE ORGINI AD OGGI
  • GLI ARMONICI
  • IL CORRETTO FLUSSO DI REGISTRAZIONE
  • LA STRUTTURA PERFETTA DI UNA TRACCIA
  • IL MIX & IL MASTERING
  • Industria Musicale, Marketing e le Leggi

 

VUOI PROVARLO GRATIS? Prova subito 5 VIDEO LEZIONI free regitrandoti (10 secondi) al link sotto

https://www.mat-academy.com/online/registrationfreemat/

 

 

22 Febbraio 2019

0 responses on "Come far suonare bene KICK e BASSO: qualche tips"

Leave a Message

MAT MUSIC GROUP © Since 2015. All rights reserved | CREATIVA LTD P.IVA CY10393712G